Foreo Luna mini 3
Prodotti Viso | Recensioni Donna / Uomo

Foreo Luna: Una svolta nella pulizia del viso

Spread the love

Salve a tutti! Oggi parleremo di un argomento molto importante nella quotidianità di tutti noi: la detersione del viso e lo faremo con il mio Foreo Luna. Se avete una skincare routine questa è la prima fase ed è essenziale sia al mattina che la sera: al mattino per togliere tutto il sebo e l’eccesso di creme; mentre la sera per togliere rimasugli di make-up o agenti ambientali depositati durante la giornata.
Il viso può essere deterso solo con acqua, con l’aiuto di un detergente specifico per il proprio tipo di pelle o con l’aiuto di un dispositivo per la pulizia del viso.

Foreo Luna Mini 3

Foreo Luna un dispositivo per la pulizia del viso

Esistono varie tipologie di dispositivi per la pulizia del viso, ma tutti hanno lo stesso scopo: rendere più efficace e profonda la detersione in modo da non lasciare nessun residuo sulla nostra pelle.

Ne esistono di diversi tipi:
Quelli meccanici (che funzionano grazie ai movimenti della nostra mano e non hanno nessun motore al loro interno).
Quelli con la spazzola viso sostituibile (che hanno un motore che fa muovere una spazzola che va cambiata periodicamente o in base alla detersione che si necessita)
Quelli in silicone (che non hanno bisogno di parti sostitutive perché fatti con materiali anallergici).
Il dispositivo di cui vorrei parlarvi io è uno di quelli che non ha parti sostitutive: il Foreo Luna mini 3.

Foreo Luna
Foreo Luna mini 3

Uno sguardo più da vicino al Foreo

Il Foreo è un dispositivo per la pulizia del viso che non necessita di pezzi di ricambio. È fatto di un materiale ipoallergenico che non favorisce la proliferazione dei batteri e basta una sciacquata sotto l’acqua corrente per pulirlo.
Il modello che uso io ha due diverse tipologie di setole:
– Da un lato ha setole più sottili e morbide (da usare per la detersione quotidiana)
Dall’altro setole più spesse e aggressive (da usare non più di 2/3 volte alla settimana la sera, per una pulizia più profonda).

Come usare il Foreo Luna mini 3

Per usare il Foreo bisogna scaricare un’app grazie alla quale si vede la percentuale di carica del proprio dispositivo, e dalla quale si può regolare l’intensità delle vibrazioni durante la pulizia.
Ci sono 12 diverse intensità da regolare in base alla sensibilità della propria pelle. Il Foreo Luna Mini 3 in particolare ha la modalità Glow Boost che serve per detergere velocemente il viso la mattina donando alla pelle luminosità e morbidezza.
Il dispositivo è ricaricabile tramite un’apposito filo (alcuni Foreo hanno la necessità di pie che vanno sostituite) e una carica completa dura dei mesi interi di uso costante.

Foreo Luna mini 3
App del Foreo

Come uso io il mini 3

Io lo uso da inizio novembre due volte al giorno con il mio solito detergente viso che applico direttamente sul dispositivo.
La mattina in modalità Glow Boost e la sera collegato all’app con l’intensità massima.
Una volta ogni settimana uso il lato dove ci sono le setole più spesse in modo da realizzare anche una leggera esfoliazione.

Foreo Luna mini 3
Foreo Luna mini 3

Le mie considerazioni

Ho notato che la mia pelle risulta molto più luminosa, morbida e liscia.
La grana della mia pelle è migliorata in modo sostanziale e i punti neri sono molto meno visibili.
I pori sono meno dilatati e noto una minore formazione di brufoli.
La mia pelle (nonostante sia una pelle normale tendente al secco) non presenta più zone secche con pellicine (dove dovevo fare periodicamente lo scrub).

Il prezzo non è indifferente (Sono comunque 159 euro) ma si può acquistare coi saldi oppure farselo regalare perché ne vale totalmente la pena. Potete trovarlo qui: Foreo Luna Mini 3
Se volete però qualcosa di meno costoso andate a leggere: Spazzola Elettrica SilverCrest
Voi invece avete un dispositivo per la pulizia del viso?
Se si come vi trovate? Avete mai provato un dispositivo Foreo?


Autrice: Dayana
Instagram: @peccatidishopping
Fonte Foto Copertina: Pinterest

20 Comments

  • Francesco

    Avendolo regalato da poco alla mia ragazza, mi sono fatto una cultura sul Foreo. Ti dirò, lei lo cercava da tanto ma non ne è rimasta entusiasta. Non so esattamente cosa si aspettava ma non ha avuto i risultati sperati. Gli mando il tuo articolo così da avere un maggiore approfondimento.

    • Dayana

      Dipende da quando glielo hai regalato. a me sono voluti 2/3 mesi per vedere dei risultati, e io l’ho usato con costanza mattina e sera. So anche che ad alcune persone per vedere dei risultati serve anche mezzo anno…

    • Patrizia

      Ciao Dayana! Trovo il tuo articolo super interessante! Anche io ho questo dispositivo dello stesso brand ma per iniziare ho acquistato il go con batteria! Trovo questo device ottimo per una pulizia accurata del viso, aiuta ad avere un ottima detersione lasciando la pelle liscia e tonica! Lo adoro e consiglio!!!!

    • Dayana

      Il problema delle spazzole è che vanno cambiate nel tempo (ulteriore spesa) e se non cambiate con costanza rischiano di aggredire la pelle

  • Veronica

    Ne sento parlare sempre più spesso ma non mi sono mai decisa a comprarlo, un po’ per il prezzo, un po’ perché non credo avrei la costanza di usarlo mattina e sera quotidianamente, Credo sia un buon prodotto ma non credo faccia per me.

  • Giulia

    Mi hai convinto ad acquistarlo, caspita da quanto che valuto!
    Trovo che sia un passo avanti nella mia skincare, lo voglio rosa ovviamente! ahaha

  • sabrina

    Sono sempre molto incuriosita dalle novità che riguardano la cura della pelle del viso, cosa che mi sta davvero molto a cuore.
    Tuttavia da un po’ sto cercando di eliminare la plastica in eccesso nella mia vita e da un po’ per la pulizia uso un panno in microfilma lavabile che è davvero miracoloso. Tuttavia, tra i dischetti usa e getta e questo prodotto, voto decisamente per questo!

    • Dayana

      Non per criticare la tua skincare, ma lo sapevi che i dischetti in microfibra (a differenza di quelli in cotone o bambù) alterano il PH della pelle perché fatti di un materiale sintetico?
      Stavo anche pensando di fare un articolo per approfondire l’argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *